Patto Città Consapevole

Rete di associazioni veneziane

[email protected]

 

 

home  |  il patto  |  la rete  |  festival  |  laboratorio della città  |  calendario  |  links  | comunicati e news 

 

Laboratorio della città

 

Il progetto

Il “Laboratorio della città è un’articolazione della rete di associazioni e soggetti che formano il “Patto per la città consapevole”, da questo promosso in collaborazione con la Municipalità di Venezia.

Il Patto organizza annualmente il “Festival di Venezia città viva – fare insieme cose diverse” (che giunge quest’anno alla sua terza edizione), allo scopo di offrire in un unico orizzonte temporale un panorama delle realtà e delle dinamiche culturali e sociali cittadine, per far risaltare, grazie all’effetto corale che l’evento produce, l’esistenza di uno spazio cittadino vivo e comune.  

I soggetti culturali e sociali attivi sul territorio che hanno già nel “Festival di Venezia città viva” una loro ribalta, ora nel Laboratorio possono confrontarsi più a fondo, creare rapporti non episodici, sperimentare nuovi progetti e sinergie, divenendo capaci di trarre maggiormente stimoli e vantaggi dal contesto sociale in cui operano,  migliorando anche, grazie a questa contestualizzazione, in modo permanente la qualità e l’efficacia della loro azione.   

L’effetto d’insieme, a cui l’attività incubatrice del Laboratorio  mira, è quello di  riprodurre riflessivamente la struttura essenziale delle attività che fanno vivere la città da parte di coloro che le praticano, potenziando in tale modo la “soggettività sociale”, intesa come capacità della relazione sociale di autoriqualificarsi.  

Ogni mese il Laboratorio, che avrà la sua sede principale nella Scoleta dei Calegheri, a S. Tomà, presenterà, su iniziativa di gruppi od associazioni che si propongono come capofila - e con la cooperazione operativa del Patto - un modulo nel quale dovrebbe venire presentato ai cittadini, discusso, contestualizzato nella sua realtà attuale e nelle sue prospettive, un settore di attività culturale o sociale, anche in vista della preparazione di giornate tematiche all’interno del “Festival di Venezia città viva”.